Ferrara. Benini (M5S): «Vicenda inquietante. Fabbri si dissoci o si dimetta. Questo è il modello che la Lega vuole esportare in Regione?»

FERRARA – “Quanto anticipato nel video di Piazzapulita è inquietante e gravissimo. Se le accuse dovessero essere confermate ci troveremmo di fronte a una situazione in cui la politica utilizza il Comune come un ufficio di collocamento per beghe e lotte interne di partito. Se confermato, Fabbri dovrebbe immediatamente dimettersi. È questo il famoso ‘modello Ferrara’ che la Lega vorrebbe portare anche in Regione?”. È il commento di Simone Benini, candidato del MoVimento 5 Stelle alla presidenza della Regione Emilia-Romagna assieme agli altri candidati della lista M5S Donatella Pasqualini, Claudio Fochi, Gianluca Beccari, Barbara Virgili e al consigliere comunale Tommaso Mantovani riguardo all’anticipazione lanciata questo pomeriggio dalla trasmissione di LA7 Piazzapulita sul Comune di Ferrara amministrato dal sindaco leghista, ed ex capogruppo in Regione, Alan Fabbri.

“Per esprimere un giudizio complessivo sulla vicenda aspetteremo di guardare stasera il servizio completo ma già le immagini diffuse in anteprima delineano un quadro a dir poco inquietante, dove le vicende di partito si sovrappongono a quelle dell’amministrazione comunale” concludono gli esponenti del MoVimento 5 Stelle.