Bonifiche siti inquinati, M5S: “Lega fa ‘copia e incolla’ di nostre battaglie ma non ha mai mosso un dito anche quando era al Governo”

M5S: «Lega fa “copia e incolla” di nostre battaglie sulle bonifiche dei siti inquinati»

“Bonifica siti inquinati in Emilia-Romagna, la Lega fa ‘copia e incolla’ delle battaglie storiche del MoVimento 5 Stelle, ma quando eravamo al governo insieme non ha fatto nulla, nemmeno sul tema della rimozione amianto. La Giunta Bonaccini è in gravissimo ritardo su questi temi ma la Lega è l’ultima che può dar lezioni in tal senso”. Lo denunciano in una nota la consigliera regionale del MoVimento 5 Stelle Silvia Piccinini, Simone Benini, candidato presi
dente per l’Emilia-Romagna del MoVimento 5 Stelle e Alberto Zolezzi, parlamentare del MoVimento 5 Stelle in Commissione Ambiente.

I FATTI 2015-2019

“Sin dall’insediamento, era l’inizio del 2015, di questa legislatura regionale che si sta chiudendo come consiglieri regionali del MoVimento 5 Stelle abbiamo sensibilizzato la Giunta sulla creazione dell’Anagrafe Regionale dei Siti Inquinati. Che è diventata realtà nel 2016 come attesta questo nostro comunicato del 29 luglio 2016 ” spiegano gli esponenti pentastellati.
“Il 4 marzo 2019  diffondevamo una prima mappa dei siti inquinati (grazie all’Anagrafe) in Regione Emilia-Romagna e denunciavano la mancanza di un Piano delle Bonifiche da parte della Giunta tanto che il parlamentare pentastellato reggiano, Davide Zanichelli, chiedeva un intervento al Ministero dell’Ambiente per sensibilizzare la Regione. L’unica azione della Lega in Regione Emilia-Romagna è stato sottoscrivere con un loro consigliere regionale un emendamento a prima firma MoVimento 5 Stelle sulla bonifica della ex discarica Razzaboni nel bolognese” continuano i pentastellati.

NULLA AL GOVERNO SU BONIFICHE

“Cosa faceva la Lega nel frattempo a livello nazionale ?Il nulla assoluto nei 14 mesi di governo con noi – spiega Alberto Zolezzi, parlamentare del MoVimento 5 Stelle in Commissione Ambiente ed ecomafie – In Ufficio di presidenza della Commissione Ambiente della Camera non hanno mai portato avanti nessuna iniziativa in tal senso, né parlamentare, né governativa con la sottosegretaria leghista Gava, neanche nel campo di bonifica dell’amianto che è uno dei principali problemi dell’Emilia-Romagna. Eppure li abbiamo sempre sensibilizzati sul tema. Non è un caso che in sei mesi senza Lega al governo si sia approvato il “Decreto Clima”, in finanziaria i primi 4 miliardi di euro di investimenti ambientali per il Green New Deal ed è stata approvata la norma sul “Riciclo dei materiali a fine vita” (End of Waste) che con i leghisti veniva sempre declinata a favore di alcune lobby ben poco ambientali, inceneritori in primis” conclude Zolezzi.