Regionali. Benini (M5S): “Subito abbattimento Irap per le startup innovative. Sostegno a economia e imprese tra le priorità”

Un momento della conferenza stampa a Bologna

BOLOGNA – Abbattimento per tre anni dell’IRAP per le start up innovative emiliano romagnole: è tra le proposte lanciate questa mattina da Simone Benini, candidato presidente del MoVimento 5 Stelle alla Regione, nel corso della presentazione della lista M5S della provincia di Bologna che correrà alle prossime elezioni del 26 gennaio. Con lui anche Silvia Piccinini, capolista e consigliera regionale uscente e alcuni degli altri candidati tra cui Marco Campanini, Silvia Zauli e Francesco Urbano.

“La nostra forza è quella di portare avanti proposte e idee concrete per il futuro dell’Emilia Romagna – ha spiegato Simone Benini – Molte di queste riguardano proprio il sostegno alle imprese, tema cruciale per la nostra regione. Vogliamo dare nuova linfa al tessuto imprenditoriale e al lavoro, puntare sulla riconversione tecnologica, aiutare i nostri imprenditori a snellire le pratiche burocratiche e creare nuove opportunità di sviluppo. Ecco perché una delle cose che faremo una volta entrati in Assemblea Legislativa sarà il rimborso dell’IRAP per almeno 3 anni per le startup innovative e giovani imprese, con particolare attenzione ai settori manifatturiero, digitale, della cultura e del turismo. Abbiamo bisogno di accompagnare le nostre imprese verso un nuovo orizzonte in modo che possano affrontare le sfide che il mercato sta imponendo”.

Oltre a quello dello sviluppo economico, gli altri temi al centro della campagna elettorale del MoVimento 5 Stelle sono anche quelli dell’ambiente e del diritto alla salute. “Respiriamo l’aria più inquinata d’Europa e per questo servono misure concrete – ha aggiunto Silvia Piccinini, consigliera regionale uscente e capolista del M5S a Bologna – Quello che vogliamo proporre è un piano quinquennale per il rinnovo del parco dei mezzi privati più inquinanti. Servono risorse certe, senza tentennamenti visto che siamo di fronte a un’emergenza senza precedenti. Così come è necessario affrontare una volta per tutti il tema dei parcheggi a pagamento negli ospedali visto che si tratta, nei fatti, di una tassa aggiuntiva sulla salute oltre che di una voce aggiuntiva della busta paga per il personale sanitario che lavora negli ospedali”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il candidato Marco Campanini che ha proposto di “istituire un garante regionale per la disabilità, già presente in altre regioni”.

Di seguito tutti i candidati della lista del MoVimento 5 Stelle in provincia di Bologna a sostegno di Simone Benini. 

Silvia Piccinini

Storica arrivista del MoVimento 5 Stelle di Bologna e consigliera regionale uscente.

Marco Campanini

Due lauree, in giurisprudenza e criminologia, un master in professioni legali e due libri al suo attivo sul tema della disabilità. Già candidato sindaco a Pieve di Cento, si candida «con l’obiettivo di migliorare l’autonomia delle persone disabili». 

Raffaella Gamberini

45 anni, madre di due figli. Laureata in scienze politiche, da quasi vent’anni svolge attività di consulenza e formazione aziendale su temi legati alla gestione delle risorse umane e alla comunicazione organizzativa per enti e aziende pubbliche e private. Già consulente per i CIP di Bologna e provincia, insieme a un collettivo indipendente ho realizzato due documentari d’inchiesta allo scopo di informare e sensibilizzare l’opinione sui tagli alla sanità pubblica.

Daniele Baraccani

53 anni, tre figli, impiegato tecnico. Attivista M5S dall’inizio del movimento, impegnato nel volontariato.  Già consigliere comunale a Imola, è uno dei fondatori del gruppo di attivisti del luogo. 

Giacomo Palumbo

34 anni, blogger e praticante consulente del lavoro in uno studio di professionisti associati. Laurea triennale in comunicazione internazionale e magistrale in scienze della politica. È sposato e ha due figlie.

Michele Cattani

Classe ’78, perito elettronico, attualmente lavora come elettrauto. È nel Movimento 5 Stelle dal 2013, già consigliere comunale a Medicina e capogruppo nel Nuovo Circondario Imolese. Impegnato sui temi dell’energia, dell’acqua e della mobilità elettrica. 

Alberto Mengoni

Ingegnere delle telecomunicazioni, lavora per un’azienda svizzera leader di mercato per le soluzioni robotiche e automazione. Sposato, impegnato nel volontariato e nello sport. Attivista da dieci anni.

Silvia Zauli

47 anni, sposata, dipendente di un istituto di credito, ove ho ricoperto anche ruoli di responsabilità. Ha approfondito i temi delle tecniche di comunicazione e della gestione di gruppi di lavoro. Impegnata nel volontariato ambientale e della tutela degli animali. È attivista dal 2017. 

Francesco Urbano

52 anni, due lauree, in Lettere e filosofia e in Ingegneria informatica. Vicino al Movimento 5 Stelle sin dalla sua fondazione e attivista dal 2013. Dal 2004 ingegnere informatico presso l’Information Communication and Technology dell’IRCCS Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna.

Katia Bettiol

Medico cardiologo, in precedenza intensivista in area critica e attualmente sul territorio bolognese e ferrarese in ambito di profilassi della salute pubblica cardiovascolare e di tutela ambientale. Di area cattolica. 

Marilena Ricucci

Laurea in giurisprudenza con specializzazione universitaria di due anni in professioni legali presso la scuola “Enrico Redenti”; avvocato per il “gratuito patrocinio”, nonché mediatore, amministratore di sostegno e coordinatore di servizi sociali. Ha esperienza di collaborazione per assistenza domiciliare agli anziani.